Cronaca

Solvente per cancellare la scadenza: sequestrate 24 tonnellate di pesce avariato

Il blitz dei carabinieri del Nas, concluso con 2 denunce, ha portato allo scoperto un traffico illecito del valore di oltre un milione di euro: i prodotti venivano scongelati e poi rivenduti come freschi

Oltre 24 tonnellate di pesce scongelato e avariato pronto per essere venduto come fresco non soltanto sui mercati italiani, ma anche su quelli stranieri: questo il bilancio di un blitz dei Carabinieri dei Nas, che hanno portato allo scoperto un traffico illecito da centinaia di migliaia di euro orchestrato da una ditta della Valpolcevera.

L’inchiesta, denominata ‘maquillage’, è partita in seguito a una serie di controlli ed è finita con due denunce: stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, i titolari della ditta utilizzavano il solvente per cancellare la data di scadenza, scongelavano il pesce e lo rivendevano come fresco, arrivando addirittura a mettere in commercio salmone, pesce spada e aragoste scaduti da 4 anni.

A finire nei guai è stato un genovese di 76 anni, legale rappresentante della ditta, denunciato a piede libero con le accuse di frode alimentare e contraffazione: nel corso delle indagini, che hanno portato alla luce diversi illeciti in materia di vendita e stoccaggio di prodotti ittici, i carabinieri hanno scoperto in un deposito di Genova un container che conteneva il pesce in attesa di essere scongelato e poi venduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solvente per cancellare la scadenza: sequestrate 24 tonnellate di pesce avariato

GenovaToday è in caricamento