rotate-mobile
Cronaca Sampierdarena / Salita Superiore Salvator Rosa

Maxi antenna Sampierdarena, avviato l'iter di annullamento dell'autorizzazione paesaggistica

Il Comune ha rilevato che il rendering presentato all'amministrazione non coincideva con il reale impatto visivo sul luogo e ha proceduto ad avviare l'iter di annullamento in auto tulela

Il Comune avvia l'iter per annullare l'autorizzazione paesaggistica per la maxi antenna installata sulle alture di Sampierdarena: dopo svariate polemiche, le proteste dei cittadini e dopo aver affrontato già una volta la questione in consiglio comunale, l'assessore Mario Mascia ha comunicato l'ultima notizia in Aula Rossa, in risposta a un'interrogazione della consigliera Pd Monica Russo che chiedeva informazioni sui sopralluoghi che dovevano essere effettuati in loco. "I cittadini - ha detto Russo - non dovrebbero essere costretti a farsi promotori di azioni di tutela: a queste dovrebbe pensarci il Comune".

"Il 15 maggio - comunica Mascia - è stato avviato un procedimento di annullamento dell’autorizzazione paesaggistica in auto tulela, perché abbiamo rilevato la non corrispondenza tra il rendering presentatoci e il reale impatto visivo sul luogo. Il 9 giugno c’è stato segnalato, con un video, che in quel luogo continuavano i lavori per l’installazione di un contatore Enel e per questo sono stati inviati ispettori e agenti di polizia locale, che hanno rilevato l’attività e l’hanno interrotta; il 12 giugno, infine, ho ricevuto Italia Nostra per dare tutti i chiarimenti del caso e in quella sede ho preso l’impegno di verificare l’applicabilità del piano che prevede una riunione annuale con i gestori e anche l'associazione, in base al protocollo d'intesa stilato nel 2016. Nei giorni successivi è stata mandata a tutti i municipi la bozza del nuovo protocollo che prevede sempre una riunione annuale, il coinvolgimento dei municipi e di Arpal. Tra qualche giorno i municipi dovrebbero risponderci con le eventuali osservazioni del caso".

"Accolgo positivamente il fatto che si sia provveduto ad agire in auto tutela - ha risposto Russo - cerchiamo di tenere monitorato il prosieguo della vicenda, ma il sopralluogo con i cittadini interessati non c'è stato. Pur apprezzando gli incontri con Italia Nostra, quei cittadini avevano bisogno di dialogare con le istituzioni, era una promessa fatta. Inoltre, bene il protocollo che coinvolge i municipi ma forse doveva passare tramite il consiglio comunale o le commissioni, visto che non aveva funzionato già la prima volta si poteva pensare di migliorarlo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi antenna Sampierdarena, avviato l'iter di annullamento dell'autorizzazione paesaggistica

GenovaToday è in caricamento