Maturità 2014: prima prova, prime impressioni

Gli studenti del liceo linguistico Piero Gobetti di Sampierdarena raccontano le prime impressioni sulla prima prova di italiano

«È andata bene, anche se è uscita una traccia su Quasimodo, molto difficile. Mi sono concentrato sul tema di ordine generale sulla periferia di Genova. Penso che sia andata discretamente, non ci resta che aspettare il 24 per i risultati degli scritti». Sono queste le prime impressioni dello studente Niccolò, simpatico e disponibile, una volta terminata la prima prova di italiano dell'esame di maturità 2014, fuori dal Liceo Linguistico Piero Gobetti di Sampierdarena. Niccolò e i suoi compagni sono tra i primi a uscire. Sono le 12.30, più di un'ora di anticipo dal termine ufficiale della prova, che concede sei ore complessive.

La prima traccia, forse la più inaspettata per gli studenti, è proprio quella su Quasimodo, con il brano Ride la gazza nera sugli aranci tratta dalla raccolta Ed e subito sera. Per l’ambito artistico ecco il tema del dono; per quello socio-economico, invece, Èle nuove responsabilità.

Tra gli spunti per un saggio breve troviamo anche Renzo Piano, con la frase «siamo un Paese straordinario ma fragile» è lo spunto su cui gli studenti sono invitati a elaborare il tema.

Il tema storico è sull'Europa, sui cambiamenti in Europa dall'inizio della Grande Guerra a oggi: è passato un secolo (1914-2014). Altre tracce sono invece Violenza e non violenza nel '900 e Tecnologie pervasive.

Fuori dall'istituto ci sono già molti ragazzi, che formano diversi gruppetti. Tutti (o quasi) con il telefono in mano, probabilmente per informare amici e famiglia su come pensano sia andata la prova.  «Io ho scelto il saggio breve - racconta invece Fabio - ambito tecnico-scientifico, su come la tecnologia abbia invaso il nostro mondo, avevamo a disposizione quattro documenti da cui trarre spunto. Spero che sia andata bene, non era facilissimo ma nessuna traccia lo era». 

«Spero sia andata bene - sono le parole della compagna Eleonora, il dizionario di italiano ancora sotto il braccio - Anch'io ho scelto il tema di ordine generale sulle periferie. Sulla base di un commento di Renzo Piano dovevamo dare nostro commento. Le tracce erano abbastanza inaspettate, più difficili di come le immaginavamo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unica voce fuori dal coro è quella di Giada, secondo cui le tracce sarebbero tutto sommato semplici: «I temi non erano poi così difficili, pensavo peggio. Ho scelto il saggio breve storico-politico su violenza e non violenza nel '900. Erano tematiche affrontate durante l'anno scolastico, quindi non era poi così difficile trattare questi temi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Avvinghiati a terra in un lago di sangue, divisi con lo spray al peperoncino

  • Tragedia a Pedemonte, 25enne morto in un incidente stradale

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ronaldo e Georgina di nuovo in Liguria: bagno a Portofino e cena a Paraggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento