menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mattarella a Genova per la commemorazione del crollo, sopralluogo in cantiere

In vista della cerimonia in ricordo delle 43 vittime del Morandi, prefettura e forze dell'ordine stanno predisponendo le misure di sicurezza necessarie per la presenza delle più alte cariche dello Stato

Manca una settimana all’anniversario della tragedia del crollo del Ponte Morandi, e la città si prepara alla cerimonia di commemorazione organizzata proprio nella zona in cui avvenne il disastro che costò la vita a 43 persone. Anche dal punto di vista della sicurezza, tenendo conto del fatto che a Genova, la mattina di mercoledì 14 agosto, saranno presenti le massime cariche dello Stato, a partire dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

In queste ore, la prefettura è impegnata a predisporre un piano di gestione dell’evento insieme con i rappresentanti delle forze dell’ordine cittadine, del Comune e della Regione. Nel pomeriggio verrà effettuato un sopralluogo nella zona oggi di cantiere, con un focus sul lato di ponente, dove in questi giorni la joint venture formata da Fincantieri, Salini Impregilo e Italferr sta lavorando alla costruzione della pila 9 del nuovo viadotto sul Polcevera, che il 14 agosto - stando a quanto dichiarato dal sindaco commissario Marco Bucci - sarà già alta oltre 25 metri e sulla cui cima sventolerà la bandiera di Genova. Proprio davanti alla pila 9 si terrà la cerimonia di commemorazione, con una messa celebrata dall’arcivescovo del capoluogo ligure, il cardinale Angelo Bagnasco e i discorsi istituzionali.

Alla cerimonia sono attesi, oltre a Mattarella, anche i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Alberti Casellati, il premier Giuseppe Conte e i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. E nelle prossime ore la prefettura stabilirà il protocollo da seguire per garantire la sicurezza di un’area in cui si riuniranno anche i parenti delle vittime del Morandi: la stima del sindaco Bucci è di circa 450 persone, che alle 11.36 in punto di fermeranno in raccoglimento insieme con il resto della città, dove risuoneranno i rintocchi delle campane a lutto.

«Sono in molti a voler partecipare a un momento che sarà di commemorazione e commozione - ha detto Bucci - Di sicuro quel giorno sarà messo da parte ogni aspetto autocelebrativo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento