Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Sindaci e abitanti delle valli Stura e Orba, in piazza contro l'isolamento

Manifestazione presso il casello di Masone per protestare contro i disagi sulle autostrade, la scarsità di treni e l'impossibilità di spostarsi in tempi accettabili

Un migliaio di persone hanno partecipato questa mattina con striscioni e fischietti al presidio di protesta contro i disagi sulle autostrade presso il casello di Masone in Valle Stura, isolata e preda dei blocchi e del caos alla viabilità di queste settimane.

"La pazienza è finita", si leggeva su uno dei tanti cartelloni appesi dai manifestanti fuori dall'autostrada. Alla manifestazione hanno partecipato sindaci, residenti della zona e automobilisti di passaggio, con striscioni contro Autostrade e Anas.

Lunedì prossimo il casello di Masone, chiuso da circa un mese per una frana, riaprirà grazie a una procedura ad hoc, che prevede il monitoraggio continuo della frana. Terminate le complesse attività di messa in sicurezza del versante, sono stati attuati interventi di rimozione della notevole quantità di materiale accumulatosi a ridosso della testa del muro di controripa e di riprofilatura della scarpata per migliorarne la stabilità anche dal punto di vista idraulico. Sono in corso gli interventi di consolidamento del versante, che proseguiranno anche una volta riaperto il casello al traffico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaci e abitanti delle valli Stura e Orba, in piazza contro l'isolamento

GenovaToday è in caricamento