menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

L'auto odora di marijuana, ne spunta mezzo chilo

Due 19enni sono stati arrestati dalla polizia dopo essere stati fermati in via Martiri del Turchino e trovati in possesso di un ingente quantitativo di marijuana. In manette anche un altro pusher, bloccato in via di Sottoripa

Nella serata di mercoledì 5 settembre la polizia ha arrestato tre persone, di cui un 46enne e due 19enni, tutti per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il primo è stato fermato in via di Sottoripa da una pattuglia del commissariato Centro impegnata in un servizio appiedato nel centro storico ed è stato trovato in possesso di 25 grammi circa di hashish, suddivisi in tre involucri nascosti nelle tasche. L'uomo, un cittadino marocchino irregolare sul territorio nazionale, con a carico numerosi precedenti specifici e un ordine di allontanamento disatteso, è stato arrestato e trattenuto in attesa del giudizio per direttissima fissato per questa mattina.

Gli altri due giovani spacciatori sono stati invece arrestati dagli agenti dell'ufficio prevenzione generale durante il controllo del territorio. I poliziotti li hanno fermati mentre transitavano in via Martiri del Turchino a bordo di un'auto all'interno della quale vi era un fortissimo odore di marijuana.

Alle domande incalzanti degli operatori circa la presenza di sostanza stupefacente, i due ragazzi si sono mostrati sempre più agitati, fino al momento in cui hanno mostrato un borsello contenente un grosso quantitativo di marijuana. Il controllo approfondito della vettura ha permesso il rinvenimento di altra sostanza per un peso complessivo di circa mezzo chilo.

Poco più tardi, durante le perquisizioni effettuate al domicilio di entrambi, gli agenti hanno trovato due bilancini di precisione e altro stupefacente, tra marijuana ed hashish, per un peso complessivo di circa 100 grammi. A carico dei giovani è stata anche sequestrata la somma di 310 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, probabile profitto dello spaccio.

I due, uno incensurato e l'altro con un solo precedente per danneggiamento, sono stati trasferiti nel carcere di Marassi in attesa dell'udienza di convalida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento