Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Morte di Martina Rossi, nuovo ricorso in Cassazione

I legali di Luca Vanneschi hanno presentato ricorso alla Suprema Corte contro la sentenza di appello

Torna in Cassazione il caso di Martina Rossi, la studentessa genovese di 20 anni morta la notte del 3 agosto 2011 precipitando dalla terrazza del sesto piano di un albergo a Palma di Maiorca, dove era in vacanza con le amiche. I legali di Luca Vanneschi, uno dei due giovani di Castiglion Fibocchi (Arezzo) condannati a tre anni di reclusione per tentata violenza sessuale di gruppo, hanno presentato ricorso alla Suprema Corte contro la sentenza di appello.

I due difensori di Vanneschi, gli avvocati Stefano e Carlo Buricchi, hanno deposito l'atto in Cassazione, i cui termini scadevano sabato 12 giugno 2021. In primo grado davanti al Tribunale di Arezzo il 14 dicembre 2018 Vanneschi e l'amico Alessandro Albertoni vennero condannati a 6 anni di reclusione per tentato stupro e morte in conseguenza di altro reato.

Il 9 giugno 2020 la Corte d'appello di Firenze aveva assolto Albertoni e Vanneschi "perché il fatto non sussiste". La Cassazione il 21 gennaio 2021 ha annullato la sentenza di assoluzione, disponendo un nuovo processo per i due imputati.

L'appello bis a Firenze lo scorso 28 aprile si è concluso con la condanna a 3 anni di Vanneschi e Albertoni per tentata violenza sessuale di gruppo essendosi prescritto l'altro reato. La Cassazione dovrà pronunciarsi in tempi rapidi sul ricorso, perchè nel prossimo mese di ottobre anche il reato di tentata violenza sessuale cadrà in prescrizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Martina Rossi, nuovo ricorso in Cassazione

GenovaToday è in caricamento