rotate-mobile
Cronaca

Morte di Martina Rossi, in appello chiesta la conferma della condanna

L'accusa, rappresentata adesso dal pm Luciana Singlitico, ha chiesto una pena di tre anni per i due imputati, Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni. Il processo proseguirà il 17 febbraio

L'accusa ha chiesto la conferma della condanna per Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, i due 27enni di Castiglion Fibocchi (Arezzo) imputati con l'accusa di tentata violenza sessuale di gruppo nel processo di appello per la morte di Martina Rossi, la 20enne genovese precipitata dal terrazzo di una camera di albergo a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011. L'accusa, rappresentata adesso dal pm Luciana Singlitico, ha chiesto una pena di tre anni per i due imputati.

In primo grado i due erano stati condannati a 6 anni per tentata violenza sessuale e per aver causato morte in conseguenza di altro delitto: il secondo reato si è poi estinto per intervenuta prescrizione. All'udienza presenti, come sempre, i genitori di Martina Rossi, il padre Bruno e la madre Franca Murialdo che di fatto si trovano di fronte ad un processo prescritto per metà.

Il processo proseguirà il 17 febbraio con le discussioni delle parti civili e delle difese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Martina Rossi, in appello chiesta la conferma della condanna

GenovaToday è in caricamento