rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Martina: a Maiorca nessuna fatalità, aperta inchiesta per omicidio

La procura di Genova ha aperto un'inchiesta per omicidio volontario contro ignoti sulla morte di Martina Rossi, la studentessa di 23 anni precipitata da un balcone di un albergo di Palma di Maiorca nell'agosto scorso. Lo conferma il magistrato

La procura di Genova ha aperto un'inchiesta per omicidio volontario contro ignoti sulla morte di Martina Rossi, la studentessa di 23 anni precipitata da un balcone di un albergo di Palma di Maiorca nell'agosto 2011. La notizia, pubblicata da Il Secolo XIX, è stata confermata dal magistrato.

La procura di Genova ha avviato l'inchiesta, scavalcando l'autorità giudiziaria spagnolo, dopo che l'avvocato della famiglia Rossi, Stefano Savi, ha presentato una denuncia per fare chiarezza sul caso dopo che la magistratura iberica, a suo dire, avrebbe rubricato frettolosamente l'episodio, parlando di fatalità.

Il giallo ruota attorno alle amicizie della ragazza. Quando Martina Rossi precipitò dal balcone, nella camera d'albergo non era sola, ma in compagnia di almeno due ragazzi aretini e l'episodio avvenne proprio nella loro stanza. Prima di 'volare' dal balconé Martina Rossi ebbe una colluttazione con un giovane e secondo una testimonianza la ragazza avrebbe detto «Mi vuoi ammazzare».

Il sostituto procuratore genovese Biagio Mazzeo ha già ascoltato numerosi testi tra i quali i ragazzi aretini e le amiche che erano in vacanza con Martina (Ansa).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina: a Maiorca nessuna fatalità, aperta inchiesta per omicidio

GenovaToday è in caricamento