Cronaca

Martina Rossi, gli amici di Albertoni e Vanneschi non si presentano in aula

Basetti e D'Antonio all'alba del 3 agosto 2011 erano nello stesso hotel di Palma di Maiorca dove Martina Rossi trovò la morte. Sono accusati di falsa testimonianza

Prima udienza questa mattina a Genova nel processo che vede imputati due giovani aretini accusati di falsa testimonianza per il caso di Martina Rossi, la giovane ligure morta precipitando da un balcone mentre era in vacanza a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011.

I due aretini Federico Basetti ed Enrico D'Antonio oggi non erano in aula in quanto i loro legali hanno sollevato eccezioni, dicendo di non avere ricevuto un secondo avviso di conclusione delle indagini. Il giudice si è riservato di prendere una decisione, che dovrebbe arrivare il 23 marzo.

Basetti e D'Antonio all'alba del 3 agosto 2011 erano nello stesso hotel di Palma di Maiorca dove Martina Rossi trovò la morte. Erano in compagnia delle amiche di Martina, in una stanza a piano terra.

Basetti e D'Antonio sono accusati di falsa testimonianza: i magistrati liguri sostengono che i due abbiano cercato di coprire gli amici Albertoni e Vanneschi. Enrico e Federico, secondo la procura, rilasciarono dichiarazioni non veriterie agli inquirenti di Genova (dopo l'archiviazione in Spagna) tra il 2012 e il 2013, quando furono sentiti come persone informate sui fatti.

Se non ci saranno svolte, ad agosto scatterà per tutti la prescrizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina Rossi, gli amici di Albertoni e Vanneschi non si presentano in aula

GenovaToday è in caricamento