Hotel di lusso nella Marinella, lavori ancora fermi dopo la mareggiata

La conferma è arrivata dall'assessore al Bilancio, Pietro Piciocchi, in consiglio comunale: tocca alla Protezione Civile nazionale sbloccare i fondi per il ripristino e la messa in sicurezza della scogliera

Avrebbero dovuto partire - in ritardo - un anno fa, ma a quanto pare il percorso per riportare all’antico splendore la Marinella di Nervi è decisamente più complicato del previsto. E così, dove non arrivano problemi burocratici, arrivano quelli “naturali”, nello specifico la mareggiata che nell’ottobre del 2018 si è abbattuta su tutta la costa ligure provocando gravi danni, anche alla scogliera su cui sorge l’ex albergo ristorante e in generale alla passeggiata Anita Garibaldi. 

Il progetto, avanzato e finanziato da una cordata di imprenditori privati, è ormai noto: la struttura a picco sul mare dovrebbe essere interamente riqualificata e trasformarsi in un hotel di lusso con spa e ristorante. Il molo con attracco privato aveva causato parecchi problemi dal punto di vista paesaggistico e della Soprintendenza, ritardando ulteriormente la partenza dei lavori, ma alla fine tra investitori e Comune sembrava essere stato trovato un accordo. Poi la mareggiata, che ha danneggiato la scogliera costringendo i lavori a una battuta d’arresto.

«L’edificio si trova in area demaniale ed è in completo abbandono - ha sottolineato il consigliere del Pd Alberto Pandolfo in consiglio comunale, dove ha sollevato la questione con la giunta con un’interrogazione - Eppure si trova in una zona a forte attrazione turistica, frequentata dai genovesi e da chi visita la nostra città. Il Comune a più riprese ha promesso che i lavori sarebbero terminati entro marzo 2020, segnando la rinascita completa del litorale, anch’esso colpito dall’ultima mareggiata Ma i lavori sono in ritardo, tanto da fare pensare che non sarà possibile tenere fede alla scadenza. Spiace constatare che ancora una volta, nonostante i proclami, non si è mosso niente».

A rispondergli, l’assessore al Bilancio, Pietro Piciocchi, che ha ricordato che «il demanio marittimo, su indicazione dell’amministrazione comunale, ha comunicato alla Regione Liguria l’intendimento del Comune di procedere al ripristino della scogliera, e della passeggiata, danneggiata dalla mareggiata dello scorso autunno e, a questo fine, attingere ai fondi regionali stanziati per il ripristino dei danni causati dall’evento». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Abbiamo fornito indicazioni sull’entità dei lavori di ripristino, allegando la documentazione fotografica sulla situazione degli immobili dopo la mareggiata», ha aggiunto Piciocchi, che ha rimandato la questione alla Protezione Civile Nazionale: «Nei prossimi giorni dovremmo avere delle risposte e prevedere i tempi per la realizzazione dei lavori per mettere in sicurezza la parte di costa, in modo che possano iniziare anche i lavori di ristrutturazione della Marinella».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Avvinghiati a terra in un lago di sangue, divisi con lo spray al peperoncino

  • Tragedia a Pedemonte, 25enne morto in un incidente stradale

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ronaldo e Georgina di nuovo in Liguria: bagno a Portofino e cena a Paraggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento