Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Bargagli

Badante trovata morta in casa, aveva già subito tentativo di omicidio

La vittima è Maria Satera, rinvenuta cadavere nel suo appartamento di Bargagli. Nel 2015 era stata assalita e ridotta in fin di vita nell'appartamento dell'uomo cui faceva da badante a Neirone

Una donna di 58 anni, Maria Satera, è stata trovata morta nel pomeriggio di mercoledì nel suo appartamento di Bargagli, nell'entroterra genovese.

Il corpo è stato scoperto dai carabinieri intorno alle 2: ad avvisare i militari una vicina di casa, che ha raccontato di avere notato per diverse ore la luce accesa in casa della Satera, di avere provato a telefonarle come faceva abitualmente e di non avere ricevuto risposta. Si è dunque preoccupata e ha avvisato i soccorsi.

Al loro arrivo sul posto, i carabinieri hanno trovato la porta aperta e il corpo della donna ai piedi di una scala: non è ancora chiaro se il decesso sia dovuto a un malore, a una caduta o a un gesto di natura violenta. La porta, a detta della vicina di casa, veniva abitualmente lasciata aperta dalla Satera, già coinvolta in un episodio di cronaca. Nel 2015, infatti, era stata assalita e ridotta in fin di vita nell'appartamento dell'uomo cui faceva da badante, Giuseppe  Bacigalupo, all'epoca 81 anni.

Per l'aggressione era stato arrestato proprio Bacigalupo, condannato in primo grado a 9 anni di carcere e poi assolto in Appello soltanto la scorsa settimana. In queste ore i carabinieri stanno raccogliendo i primi elementi di indagine e il medico legale si sta occupando del primo esame del corpo per capire quale sia la causa della morte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Badante trovata morta in casa, aveva già subito tentativo di omicidio

GenovaToday è in caricamento