menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pioggia, neve e mareggiate intense: torna il maltempo, le disposizioni del Comune

Ecco le misure e le regole che i cittadini devono osservare

Come previsto, piogge diffuse e qualche fenomeno temporalesco stanno interessando la nostra regione dalla mattina di oggi, lunedì 2 marzo, e proseguiranno anche nelle prossime ore. Ricordiamo che è stata emessa l'allerta gialla che sul ponente, in Val Bormida, nell'entroterra savonese e in Valle Stura (zone A e D) terminerà alle 21, mentre sul centro della regione ed entroterra di levante (zone B ed E) alle 24. Sul levante (zona C) terminerà alle 24 per i bacini piccoli e medi, e alle 2 di notte per quelli grandi. È confermata anche l'allerta meteo neve sulla zona D, ma con chiusura anticipata alle 21.

Mareggiate intense

Il Centro funzionale meteo-idrologico di Protezione civile della Regione Liguria ha anche emesso un avviso meteorologico che prevede mareggiate intense sempre per la giornata di oggi, 2 marzo 2020.  

Entra quindi in vigore l’ordinanza n. 9 del 18 gennaio 2017 che stabilisce misure di sicurezza a tutela della pubblica incolumità. 

In particolare viene stabilita la chiusura degli accessi pubblici al mare ed alle scogliere del territorio comunale per la giornata di oggi, 2 marzo 2020, fino a cessata esigenza. 

Viene disposta per tutti i cittadini l’osservanza delle seguenti regole: prestare la massima cautela nell’avvicinarsi al litorale o nel percorrere le strade costiere, sia a piedi che alla guida di un veicolo; evitare di sostare sul litorale, sulle strade costiere e a maggior ragione su moli e pontili; seguire le indicazioni fornite dalle autorità; evitare la balneazione e l'uso delle imbarcazioni e assicurare preventivamente le barche e le strutture presenti sulle spiagge e nelle aree portuali; mettere in sicurezza, assicurandoli o rimuovendoli dalle aree esposte alla mareggiata, tutti gli oggetti che possono essere investiti dalla mareggiata e che possono arrecare danno all’incolumità delle persone, quali ad esempio strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee; poiché le mareggiate sono sovente associate ad una forte ventilazione, prestare attenzione anche ai possibili danni derivanti dal rischio vento (possibile distacco e caduta di oggetti esposti o sospesi, rottura di rami o alberi, ecc.).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento