menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre piloti, adozione concessa post mortem

Caso unico in Italia: una bimba adottata da una vedova e dal marito morto nel crollo della Torre piloti di Genova

Il tribunale dei minori di Genova ha concesso l'adozione post mortem, tramite la richiesta della vedova, a un militare deceduto il 7 maggio 2013 nel porto del capoluogo ligure. Si tratta di un caso davvero particolare, anzi, unico in Italia: il diritto di adottare un minore anche in caso di decesso.

Marco De Candussio, sottufficiale della Marina militare, e la moglie Paola De Carli hanno ottenuto il riconoscimento di questo diritto grazie all'articolo 25 della legge 184/83, che al comma IV prevede che, in caso di morte o di sopravvenuta incapacità di uno dei coniugi affidatari, l’adozione può essere ugualmente disposta su istanza dell’altro coniuge. La coppia aveva in affido la piccola dal 2007, quando aveva otto mesi, e ora la bambina ha ottenuto il riconoscimento di poter portare il cognome del padre adottivo.

L'incidente della nave mercantile Jolly Nero causò la morte di nove persone che lavoravano presso la Torre piloti, crollata proprio a causa di una manovra errata dell'imbarcazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento