menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pugni e cinghiate alla convivente, finisce in carcere

Un 48enne è stato arrestato dalla polizia in via Toti a Marassi. L'uomo era già stato condannato nel 2015 per maltrattamenti in famiglia e nel 2017 era stato denunciato dalla nuova compagna, che poi aveva deciso di ritirare la querela

La scorsa notte in via Toti a Marassi la polizia ha arrestato un cittadino dell'Ecuador di 48 anni per il reato di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, ubriaco, già condannato nel 2015 per il medesimo reato ai danni dell'ex moglie, ieri sera è rientrato a casa della sua nuova compagna, una connazionale di 46 anni e, per futili motivi, l'ha colpita con pugni e con una cintura da pantaloni.

La donna a quel punto, in preda alla paura, è riuscita a chiamare la polizia. Gli agenti della questura, intervenuti rapidamente in soccorso della donna, hanno arrestato il 48enne ancora visibilmente alterato dall'alcol.

La vittima ha poi raccontato agli operatori che l'uomo abitualmente rientrava a casa ubriaco per poi utilizzare un qualsiasi pretesto per picchiarla, come avvenne nel 2017, quando la donna si rivolse ai carabinieri denunciando l'accaduto per poi successivamente ritirare la querela per non creare ulteriori problemi al compagno già processato per violenza.

Ieri sera però la donna ha deciso di mettere fine a questa brutta situazione raccontando tutto ai poliziotti. il 48enne è stato trasferito nel carcere di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento