rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Marassi / Piazzale Marassi

Detenuto affetto da hiv sputa ad agente penitenziario

A darne notizia è Fabio Pagani, segretario regionale della Uil, che da Genova sollecita ancora una volta l'amministrazione penitenziaria a opportune valutazioni su quanto avviene nel carcere di Marassi

La scorsa notte è avvenuta l'ennesima aggressione da parte di un detenuto italiano tossicodipendente nei confronti di un agente di polizia penitenziaria in servizio in prima sezione. Il detenuto, affetto da hiv, ha aggredito il poliziotto e gli ha sputato più volte in pieno volto. A darne notizia è Fabio Pagani, segretario regionale della Uil, che da Genova sollecita ancora una volta l'amministrazione penitenziaria a opportune valutazioni su quanto avviene nel carcere di Marassi e ad adottare conseguenti drastici provvedimenti nei confronti dei detenuti violenti.

Il poliziotto aggredito è stato trasportato al pronto soccorso. «Questa è l'ennesima aggressione che si registra nel 2017 a Marassi - ricorda Pagani - abbiamo perso il conto ormai dei poliziotti penitenziari feriti, che stavolta rischiano anche di restare contagiati. Insomma un quadro preoccupante fatto di scelte sbagliate e inopportune da parte dei vertici dell'amministrazione, che non ci pare stiano offrendo prova di grandi capacità organizzative e di gestione. Ora - conclude il sindacalista della Uil - ci auguriamo che i controlli clinici che il poliziotto sta effettuando diano esito negativo ed è per questo che rappresentiamo la nostra massima solidarietà e vicinanza per quanto gli è accaduto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto affetto da hiv sputa ad agente penitenziario

GenovaToday è in caricamento