rotate-mobile
Cronaca Piazzale Marassi�

Detenuto distrugge bagno e lancia detriti contro poliziotto

Istituita a Marassi la sezione detenuti violenti, composta da cinque camere detentive per altrettanti posti. Ma per la Uil "mancano protocolli operativi, uomini e mezzi"

Mercoledì 12 luglio 2023 è stata decretata a Genova Marassi la sezione 'detenuti violenti', come indicazioni del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, dove verranno collocati detenuti autori di fatti gravemente pregiudizievoli dell'ordine e della sicurezza dell'Istituto, di violenze ai danni di altri detenuti o nei confronti della polizia penitenziaria, tentata o consumata evasione, con un regime di vigilanza intensificato.

"Saranno cinque le camere detentive a disposizione per i detenuti ritenuti più pericolosi con altrettanti posti - dichiara Fabio Pagani, segretario regionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria -. Da segnalare che proprio ieri (sabato 15 luglio 2023 ndr.) al piano terra della sesta sezione un detenuto di origine egiziane classe 1997, ristretto per reati di resistenza a pubblico ufficiale e produzione e traffico di sostanze stupefacenti, ha praticamente distrutto il bagno della cella e lanciato i pezzi contro il poliziotto di turno".

"Al corpo di polizia penitenziaria mancano 18mila unità, equipaggiamenti, tecnologie, protocolli d'intervento operativo, allora il Guardasigilli, che si vanta di aver fatto le sue prime visite istituzionali nel 'sistema carcerario', vada in Consiglio dei Ministri e pretenda il varo di un decreto carceri in grado di risollevarne le sorti. Il resto ricorda solo il ritornello di una famosa canzone, altrimenti anche l'allocazione dei detenuti violenti rischia di essere un fallimento", conclude Pagani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto distrugge bagno e lancia detriti contro poliziotto

GenovaToday è in caricamento