menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Carcere di Marassi, detenuti nascondevano un cellulare dentro un tozzo di pane

Con tanto di sim card all'interno

Venerdì mattina, durante una perquisizione ordinaria nel carcere di Marassi, è stato trovato un vecchio cellulare Samsung Gt1200 con tanto di sim card, abilmente nascosto dentro a un tozzo di pane.

Gli occupanti della camera detentiva in cui è stato trovato il telefono - 5 uomini di nazionalità tunisina - tutti reclusi per attività legate allo spaccio di droga, ne hanno negato la proprietà e l'esistenza, anche davanti ai fatti.

Il segretario regionale dell'Osapp, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, Rocco Roberto Meli, commenta: «Da tempo denunciamo presso casa circondariale di Marassi episodi simili, ma ancora ad oggi la polizia penitenziaria non è stata dotata di mezzi all’avanguardia per contrastare consimili comportamenti illeciti nei confronti dell’amministrazione e della comunità. Si fa altresì presente che la popolazione detenuta ospitata è ben oltre la soglia prevista, rendendo la gestione dei ristretti molto gravosa per l’organico di poliziotti presenti e che quindi, contrastare questi fenomeni risulta sempre più difficile. Un plauso ai colleghi, che come sempre, nonostante tutte le difficoltà legate alle carenze di organico e alla carenza di dispositivi idonei, cercano di contrastare tali attività illegali apportando risultati soddisfacenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento