rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Marassi / Piazzale Marassi, 2

Marassi, la polizia penitenziaria scopre due cellulari e un coltello nascosti in carcere

Gli oggetti sono stati trovati in due celle diverse, dopo una perquisizione straordinaria della polizia penitenziaria

Due telefoni cellulari e un coltello con una grossa lama: questo è quanto è stato ritrovato nel carcere di Marassi, seconda sezione, dove sono ristretti detenuti con condanne definitive.

Gli oggetti sono stati trovati in due celle diverse, dopo una perquisizione straordinaria della polizia penitenziaria, nascosti strategicamente all’interno delle intercapedini della televisione.

A comunicarlo è il segretario Regionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria Fabio Pagani: "La presenza degli auricolari - spiega - induce a pensare che i detenuti facessero a turno tramite comando vocale. È evidente come l’introduzione di oggetti o sostanze proibite all’interno dei penitenziari alimenti loschi affari. In questo caso la polizia penitenziaria di Genova Marassi, ancora una volta, ha dimostrato la forte presenza dello Stato. Ora però la politica economica del governo Meloni deve cominciare ad incidere sostanzialmente sulla carenza degli organici della polizia penitenziaria e sull’acquisto di apparecchiature di ultima generazione, in modo d poter programmare servizi di prevenzione e controllo sistematici ed efficaci”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marassi, la polizia penitenziaria scopre due cellulari e un coltello nascosti in carcere

GenovaToday è in caricamento