Cronaca Marassi / Via Aurelio Robino

Voragine in via Robino, il Comune: «Partirà un'ingiunzione»

L'assessore Porcile spiega: «Gli impianti sotto l'asfalto sono privati. Abbiamo inoltrato le richieste di intervento, ma sono scaduti i termini senza che giungesse risposta»

Tornano di attualità le problematiche relative all'ormai nota buca di via Robino, che si è ormai trasformata in una voragine nell'intersezione con via Zena e via Gribodo, nella parte alta di Marassi, continuando a creare preoccupazione e disagi agli abitanti della zona.

Nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale, Franco De Benedictis del Gruppo Misto ha chiesto quali possano essere i tempi di recupero del piano stradale di questa zona che da sempre, è attanagliata da problemi di viabilità.

Per la giunta ha risposto l'assessore all'ambiente Italo Porcile, che ha ribadito come si tratti comunque di una voragine creata dal cedimento di un allaccio fognario privato per cui l'intervento spetterebbe ai proprietari, ma considerando il disinteresse si procederà con una ingiunzione e probabilmente con un intervento autoritario del comune: «Gli impianti sotto l’asfalto sono privati; l’intervento spetta perciò alla proprietà. Abbiamo provveduto a inoltrare le richieste di intervento, ma sono scaduti i termini senza che giungesse risposta, perciò si procederà con un’ingiunzione e si sta considerando la possibilità di un intervento d’autorità del Comune».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voragine in via Robino, il Comune: «Partirà un'ingiunzione»

GenovaToday è in caricamento