Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Marassi

Raffica di truffe a Marassi, arrestati i finti tecnici del gas

In manette un albanese di 24 anni, un italiano 29enne e un romeno di 21 anni. I tre sono sospettati di essere gli autori di numerose truffe, commesse nel quartiere con la stessa tecnica

Ieri pomeriggio i carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia Centro hanno arrestato tre soggetti, che si spacciavano per tecnici del gas. Utilizzando una tecnica ben consolidata, armati di pettorine e attrezzatura varia, si sono presentati presso l'abitazione di una persona anziana abitante nel quartiere di Marassi.

I tre hanno spaventato la vittima, parlando del pericolo derivante da possibili fughe di gas e la necessità di tenere sotto controllo l'impianto di distribuzione. Creato il giusto stato d'ansia nell'anziana, i tre hanno potuto avere accesso all'abitazione dove hanno effettuato un apparente controllo all'impianto del gas, chiedendo il pagamento di 500 euro per l'intervento.

Ritenendo eccessiva la cifra, rispetto al lavoro eseguito, la vittima ha pattuito di corrispondere 'solo' 250 euro, che i truffatori hanno immediatamente preso, allontanandosi dall'abitazione.

I carabinieri, che già da diverso tempo stavano effettuando in zona mirati servizi, specie a seguito di ripetute truffe con la particolare tecnica del 'finto tecnico' del gas, acquisita la denuncia e individuati gli autori, hanno proceduto al loro arresto. Si tratta di F. H., 24enne albanese abitante nel bresciano, A. O., 29enne italiano, A. J. P., 21enne romeno, gli ultimi due con pregiudizi di polizia.

Dalle perquisizioni effettuate a carico degli stessi, nonché dell'autovettura in loro uso (un veicolo preso a noleggio), è stato rinvenuto diverso materiale, tra cui tre gilet di colore blu (indossati dai truffatori durante gli 'interventi' presso le abitazioni), 30 kit di rilevamento di fughe di gas, la somma contante di circa 2.500 euro, tre tesserini intestati agli stessi truffatori, documentazione varia, tra cui blocchetti di ricevute per le prestazioni effettuate e avvisi di sopralluogo.

L'esame della documentazione rinvenuta ha fatto emergere un collegamento dei tre con una ditta del nord Italia, specializzata in installazione di attrezzatura di rilevamento fughe di gas. Le indagini sono ora tese a comprendere se sussistono elementi riconducibili alla ditta stessa o se i tre hanno agito di propria iniziativa, utilizzando documentazione dell'azienda.

Gli arresti di ieri hanno consentito di porre freno a un fenomeno, che nelle ultime settimane aveva fatto registrare un aumento delle denunce proprio nell'ambito di truffe consumate con la tecnica del finto 'tecnico del gas'. I carabinieri ritengono che gli arrestati siano gli autori di innumerevoli truffe consumate nell'ultimo periodo nell'ambito cittadino.

Un consiglio sempre valido è quello di contattare il 112 nei casi sospetti e denunciare tutti i reati di truffa, consumata o tentata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di truffe a Marassi, arrestati i finti tecnici del gas

GenovaToday è in caricamento