«Dimmi dov'è la mamma, altrimenti faccio esplodere la casa»

Per mesi ha minacciato e maltrattato la madre per estorcerle denaro, arrivando al punto di aggredirla. Ma il fratello ha deciso di porre fine a questa situazione, avvertendo la polizia

Un 58enne genovese è stato arrestato dalla polizia a Marassi per violazione di domicilio e denunciato per maltrattamenti in famiglia e minacce. Le volanti sono state chiamate dal fratello del 58enne, che aveva ricevuto dallo stesso dei messaggi coi quali minacciava di far esplodere la casa col gas se non gli avesse rivelato dove si era rifugiata la loro madre.

La donna, infatti, era stata obbligata a trasferirsi in un luogo sicuro poiché il figlio, che stava scontando gli arresti domiciliari a casa sua, per mesi l'aveva minacciata e maltrattata per estorcerle denaro. Una settimana fa l'aveva anche picchiata, costringendola a fuggire in strada dove un passante l'aveva soccorsa, chiamando l'ambulanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per impedire al 58enne di entrare, nel pomeriggio di martedì 29 settembre il fratello ha messo un lucchetto alla porta dell'abitazione della madre, in attesa di cambiare la serratura. Il 58enne, a forza di martellate, è riuscito a togliere il lucchetto e a entrare nell'appartamento, dove è stato trovato dalla polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Coronavirus, Liguria 'chiusa' per tre notti

  • Covid, sui social le foto dei pronto soccorso "vuoti". Personale esasperato: «Venite a vedere le code»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento