rotate-mobile
Cronaca

I manifesti ProVita contro l'aborto nel Tigullio tra polemiche e atti vandalici

Sui manifesti, comparsi lunedì, un'immagine di Pier Paolo Pasolini con una frase estrapolata da un articolo del Corriere della Sera del 1975, 47 anni fa

Sulla scia di quanto sta succedendo negli Usa - dove la Corte Suprema ha sancito che l'aborto non è più un diritto costituzionale, rimandando la questione ai singoli Stati - si infiamma il dibattito anche in Italia. Nel Tigullio, in particolare, il circolo territoriale di Pro Vita & Famiglia ha avviato una campagna di affissioni a Rapallo, Santa Margherita Ligure e Zoagli.

Sui manifesti, comparsi lunedì, un'immagine di Pier Paolo Pasolini (del quale quest'anno è il centenario della nascita) con una frase estrapolata da un articolo del Corriere della Sera del 1975, 47 anni fa: "Sono traumatizzato dalla legalizzazione dell'aborto, perché la considero, come molti, una legalizzazione dell'omicidio".

"L'aborto è la legalizzazione di un omicidio - commenta Gianrenato De Gaetani, referente territoriale di Pro Vita per il Tigullio - che distrugge una vita umana e traumatizza anche le donne, sia dal punto di vista fisico che psicologico, perche? sono lasciate sole con la bugia che abortire sia l’unica soluzione possibile quando arriva una gravidanza difficile o indesiderata. Chissa? se ora la sinistra e le femministe censureranno anche Pasolini e il suo pensiero intellettualmente onesto e disinteressato in favore della vita e dei nascituri, cosi? come hanno fatto in passato in tutta Italia con le campagne in difesa del diritto alla vita rimosse, strappate, vandalizzate o addirittura censurate in modo illegittimo dalle amministrazioni".

Parole che hanno suscitato dure polemiche, e dopo un solo giorno a Rapallo, su alcuni manifesti, parzialmente strappati, sono comparse scritte: "Penalizzare l'aborto non diminuisce i casi, li rende solo più pericolosi. Ogni anno 39mila donne e ragazze muoiolo per aborto clandestino" e "Giù le mani dalla 194, #mybodymychoice". "Possiamo chiedere - commenta De Gaetani - a chi non rispetta la vita nascente di rispettare democraticamente le opinioni degli altri?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I manifesti ProVita contro l'aborto nel Tigullio tra polemiche e atti vandalici

GenovaToday è in caricamento