rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

Oss protestano davanti alla Regione, possibile sblocco della graduatoria

In prima battuta vengono assunti solo i vincitori del recente concorso, negando alle aziende sanitarie la possibilità di scorrere la graduatoria per coprire l'effettiva carenza di personale

È stata ricevuta in Regione una delegazione di operatori socio sanitari (oss), che hanno dato vita questa mattina, 21 ottobre, a un presidio in piazza De Ferrari, per chiedere notizie sul futuro delle graduatorie assunzionali del settore in Liguria.

A confrontarsi con loro l'assessore alla Sanità, Angelo Gratarola, e il direttore generale di Alisa, Fillppo Ansaldi. Ai lavoratori sono state spiegate le ragioni del percorso e della nota a carattere transitorio per cui inizialmente sarebbero state assunte solo le figure messe a bando del recente concorso, nella misura di 274 oss in tutto il territorio regionale.

L'assessore e il direttore di Alisa si sono impegnati con i rappresentanti dei lavoratori ad avviare una fase di valutazione del numero dei professionisti, che entreranno effettivamente in servizio a seguito del percorso formativo e di quelli già presenti, sarà dunque valutato il fabbisogno di aziende sanitarie ed enti e, alla luce di queste evidenze, si procederà all'eventuale scorrimento della graduatoria.

"Il metodo stabilito è finalizzato da una parte a garantire il percorso professionale dei lavoratori - hanno dichiarato Gratarola e Ansaldi - e dall'altro a garantire la tenuta del sistema".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oss protestano davanti alla Regione, possibile sblocco della graduatoria

GenovaToday è in caricamento