menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edili, protesta in Consiglio Regionale: «Assunzioni o occupazione»

Protesta degli edili in Consiglio Regionale. I lavoratori chiedono almeno 50 assunzioni entro Natale nei cantieri del Terzo Valico come da accordi. Burlando: «Si faranno, altrimenti protesterò con voi»

Mattinata di protesta in Consiglio Regionale, dove un centinaio di lavoratori edili ha manifestato per chiedere lavoro per i liguri nei cantieri del terzo valico ferroviario. L'assemblea è stata sospesa e i portavoce sindacali hanno illustrato le proprie richieste.

Il presidente Claudio Burlando ha ribadito l'impegno della regione su questa vicenda. Dopo la sospensione il consiglio ha ripreso i lavori.

Gli edili hanno minacciato di voler andare ad occupare i cantieri dell'alta velocità se la Regione e il Cociv non rispetteranno gli impegni, in particolare l'assunzione entro Natale nei cantieri del terzo valico di 50 lavoratori del territorio.

Il governatore ligure Claudio Burlando ha risposto: «Se questo non avviene vengo con voi ad occupare il cantiere».

I sindacati di categoria hanno chiesto tre cose: l'assunzione dei lavoratori da parte del Cociv "come da accordi", l'applicazione di uno "schema Ilva anche per i lavoratori edili, con l'uso dei disoccupati per lavori socialmente utili", e l'affidamento, sempre ai lavoratori del settore edile, di lavori per le somme urgenze legate alle alluvioni. Per quest'ultimo punto, il governatore ha risposto che dipende dai Comuni e dalle Province.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento