Giustizia per Floyd, anche Genova scende in piazza

Al mattino la manifestazione #blacklivesmatter e al pomeriggio il sit-in davanti all'ambasciata degli Stati Uniti

Sabato 6 giugno anche Genova è scesa in piazza per dire 'no' al razzismo. In mattinata si è svolta la manifestazione #blacklivesmatter tra via XX Settembre e Caricamento per ricordare la morte di George Floyd, ucciso a Minneapolis da un poliziotto che gli ha tenuto un ginocchio sul petto fino a soffocarlo.

Nel pomeriggio si è svolto un presidio davanti al consolato Usa di Genova, in piazza De Ferrari, organizzato da kororia – nome d’arte di Gloria Pallotta, studentessa e attivista -, grazie alla collaborazione di un gruppo di una cinquantina di persone.

Il movimento italiano 'Justice for Floyd' segue la linea della manifestazione ideata da Diletta Bellotti, attivista romana che si batte per dare visibilità alle lotte dei braccianti, italiani e migranti, sfruttati nelle nostre campagne. Alla manifestazione, svolta il 29 maggio scorso a Roma, realizzata con la collaborazione di Blu Yoshimi, hanno partecipato una trentina di persone attraverso un sit-in pacifico davanti all’ambasciata Usa della capitale, munendosi di striscioni e megafono per dare voce a tutti quei cittadini che, come George Floyd, sono vittime di abuso di potere da parte dello Stato e, in particolar modo, del razzismo sistemico.

In seguito all’iniziativa delle attiviste romane, sono 12 le città italiane che si sono mobilitate per dare il loro supporto e mettere a disposizione la loro voce nel combattere la battaglia dell’abuso di potere da parte dello Stato, con una particolare attenzione verso gli episodi a sfondo razziale. Così Firenze, Napoli, Bari, Palermo, Milano, Foggia, Genova, Bologna, Torino e Matera si sono unite alla protesta pacifica per portare alla luce la tematica del razzismo sistemico in Italia, negli Stati Uniti e nel mondo, chiedendo giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento