Ristorazione e pulizie scolastiche e aziendali, nuova manifestazione a De Ferrari

A Genova la Filcams Cgil di nuovo in piazza il 23 giugno, questa volta in occasione della mobilitazione indetta a livello nazionale per il giorno successivo

Le lavoratrici e i lavoratori aderenti alla Filcams Cgil tornano in piazza martedì 23 giugno 2020 in occasione della mobilitazione indetta a livello nazionale per il giorno successivo. Il 24 giugno a Genova è festa patronale e così la Filcams Cgil provinciale ha deciso di anticipare al 23 giugno la manifestazione, che porterà in piazza De Ferrari alle ore 10 le lavoratrici e i lavoratori delle mense e delle pulizie scolastiche e aziendali.

«Sono oltre 80mila le lavoratrici e i lavoratori coinvolti in tutta italia - ricorda la Filcams -, di cui 39mila delle mense scolastiche e 13mila delle mense aziendali. A Genova, parliamo di almeno 1.500 persone. Un presente difficile e un futuro ancora più incerto, per il quale è indispensabile trovare soluzioni immediate».

«Le lavoratrici e i lavoratori delle mense delle pulizie scolastiche - prosegue il sindacato - hanno terminato la copertura dell'ammortizzatore sociale  con causale emergenza covid-19, in molti sono rimasti senza reddito per 3 mesi per responsabilità delle numerose imprese che non hanno anticipato l’Assegno Ordinario e per il grave ritardo nella liquidazione dell’indennità da parte dell'Inps. Come ogni anno, vedranno sospesi i loro contratti a giugno, con la fine dell'anno scolastico, rimanendo per questi mesi senza retribuzione, senza ammortizzatori e senza possibilità di ricercare una nuova temporanea occupazione preclusa dagli effetti della crisi in atto. Senza una prospettiva certa rispetto ai tempi e alle modalità di ripresa dei servizi per l’anno scolastico 2020/2021».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Pur avendo già più volte sollecitato le istituzioni - conclude la Filcams -, le Organizzazioni Sindacali chiedono a Governo, Regioni, Comuni e Imprese, confronti per individuare percorsi condivisi e soluzioni per prorogare, di almeno 27 settimane, gli ammortizzatori con causale 'covid-19'; la ripresa dell’anno scolastico a settembre, in presenza e in sicurezza per tutti, prevedendo il mantenimento del servizio mensa; prevedere l’accesso agli ammortizzatori sociali ordinari senza condizionalità rispetto al committente per le imprese e i lavoratori delle mense e delle pulizie “aziendali”; una riforma degli ammortizzatori sociali per non discriminare i lavoratori in appalto e dare risposte strutturali per i lavoratori part time ciclici; misure di sostegno economico straordinarie per affrontare l’emergenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento