Cronaca Sampierdarena / Via Manfredo Fanti

Dalle denunce social alle indagini: identificato il maniaco dell'autobus

La vicenda delle molestie su un bus della linea 7 era diventata virale anche sui social: denunciato a piede libero dai carabinieri un venditore ambulante di 61 anni

I Carabinieri di Sampierdarena hanno identificato e denunciato a piede libero l'uomo che a fine marzo aveva cominciato a masturbarsi davanti a una ragazza su un autobus della linea numero 7, in prossimità del capolinea di via Fanti a Sampierdarena. L'uomo, dopo la reazione della ragazza, era sceso dal mezzo e si era allontanato facendo perdere le proprie tracce.

La ragazza, Kimberly, aveva poi raccontato la storia a un'amica ed era diventata virale sui social. Le denunce e l’iniziativa dell'amica, Benedetta, avevano poi raccolto il plauso di diverse associazioni sul territorio e quelle delle istituzioni con una congiunta del sindaco Bucci e del presidente della Regione, Giovanni Toti.

La vicenda era stata denunciata dalla ragazza ai carabinieri di Sampierdarena che, partendo da alcuni indizi, visionando le numerose telecamere lungo il tragitto del bus e incrociando i dati con altre vicende molto simili, hanno individuato il presunto colpevole comparando le immagini con dei cartellini segnaletici.

Si tratta di un uomo di 61 anni e origini nordafricane che lavora come venditore ambulante e abita nel quartiere di San Martino, gravato da precedenti di polizia anche specifici. L'uomo, come detto, è stato denunciato a piede libero per “atti osceni e molestie”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle denunce social alle indagini: identificato il maniaco dell'autobus

GenovaToday è in caricamento