menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Bisagno nella notte

Il Bisagno nella notte

Allerta Genova: trombe d'aria e tempeste di fulmini, notte da incubo

Notte di temporali e forti piogge su Genova e la Liguria. Decine gli interventi dei vigili del fuoco. Si registrano danni alle cose, ma, per fortuna, non alle persone

Notte di temporali e forti piogge su Genova e la Liguria. Decine gli interventi dei vigili del fuoco. Si registrano danni alle cose, ma, per fortuna, non alle persone.

ALLERTA 1 FINO ALLE 15

Questa mattina intorno alle 5 una tromba d'aria ha colpito una palazzina in via Capolungo e ha provocato danni in un palazzo di via Aurelia e in un altro di via Papigliano, zona San Martino, senza danni alle persone. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile comunale. Non è stato necessario mettere a disposizione alloggi e ricoveri alternativi per gli abitanti. A Capolungo, Amt ha messo a disposizione degli abitanti un autobus per le esigenze immediate. A causa dei detriti sulla carreggiata, è stato chiuso il tratto terminale di via Capolungo.

Ma le prime precipitazioni intense si sono verificate già ieri sera. Alle 22 questa era la situazione: dalla linea temporalesca che stazionava sul Golfo Ligure si sono originati alcuni nuclei secondari che hanno causato rovesci di intensità anche forte, ma di durata generalmente breve, distribuiti in maniera sparsa e discontinua su quasi tutto il territorio cittadino.

A singhiozzo, ma la pioggia è proseguita. Alla mezzanotte la linea temporalesca attiva ormai da diverse ore, e accompagnata da una vivace attività elettrica, ha interessato il levante regionale, in particolare a cavallo del Monte di Portofino; le precipitazioni più cospicue hanno interessato Portofino (85 mm dalle ore 22) e Camogli (140 mm dalle ore 22). La stazione di Sant'Ilario, la più prossima al territorio cittadino, ha registrato 45 mm dalle ore 22.

A partire dall'1 un'attiva linea temporalesca si è attestata sulla Val Bisagno, alimentata dalla convergenza tra flussi di scirocco da sud est e tramontana da nord. In un'ora si sono registrate cumulate significative intorno 45/55 mm.

Sul posto sono state inviate pattuglie del presidio territoriale. Queste hanno segnalato allagamenti localizzati e hanno provveduto alla chiusura dell'accesso a via Bernardini da via Molassana. Poco più tardi chiusa anche via Tortona.

Alle 2 pioveva ancora. La persistenza della linea temporalesca sull'asse della val Bisagno ha fatto registrare intensità massime superiori 200 mm/h in media e alta valle, con cumulate orarie che hanno raggiunto i 60/80 mm. In conseguenza delle forti piogge sono cresciuti Bisagno, Fereggiano e Geirato, comunque sotto i livelli di guardia.

Finalmente a partire dalle 3 attenuazione dei fenomeni, quando i torrenti avevano superato i livelli di guardia (linea gialla), con una progressiva diminuzione almeno relativamente agli affluenti del Bisagno. Deboli piogge solo sul Ponente e in Val Polcevera con cumulate entro 5 mm.

La tregua però è durata poco. Non erano nemmeno scoccate le 4 che sui settori occidentali è risalita una cella temporalesca dal savonese, connessa allo spostamento del fronte perturbato, che ha interessato il  centro ponente con precipitazioni diffuse (intensità max 40/60 mm/h a Ponente e alta Val Polcevera).

Contemporaneamente si sono registrati allagamenti in diverse zone della città, in particolare centro e Val Bisagno. Sono stati effettuati numerosi interventi per risolvere problemi di viabilità, tra questi: sottopassi di Brignole, via Bobbio, corso Torino, via Bernardini, sottopasso Brin, via Tortona, via Gherzi, piazzale Adriatico, via Adamoli.

In seguito agli episodi temporaleschi avvenuti dalla mezzanotte in avanti, l'area comunale ha ricevuto le seguenti massime cumulate complessive: Ponente 34 mm, Medio Ponente 36 mm, Val Polcevera 36 mm, Centro Ovest 54 mm, Centro Est 89 mm, Media Val Bisagno 171 mm, Bassa Val Bisagno 124 mm, Medio Levante 92 mm e
Levante 25 mm. Gran parte delle cumulate sul bacino idrografico del Bisagno si sono registrate in circa 3 ore.

Questa mattina a provocare danni, oltre alla tromba d'aria, sono state le raffiche di vento, con i 92 km/h registrati all'anemometro di Quarto e gli oltre 60 km/h negli immediati dintorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento