rotate-mobile
Subito rinviato / Sestri Ponente / Via Vado

Omicidio Mahmoud: malore per 'Tito', processo subito rinviato

Si tratta del secondo episodio di malessere, che colpisce il giovane accusato dell'omicidio di Abdallah. Nei mesi scorsi Tito si era infatti sentito male durante un interrogatorio in procura davanti alla pm Daniela Pischetola

Subito rinviato per un malore il processo a carico di Kamel Abdelwahab (detto Tito) e Abdelghani Ali (detto Bob), in carcere dalla scorsa estate per il brutale omicidio di Mahmoud Abdallah, il 19enne trovato in mare senza mani e senza testa, mai ritrovata, nel luglio 2023 al largo di Santa Margherita Ligure. Questa mattina alla prima udienza, il giudice non ha potuto fare altro che rimandare il processo al prossimo 13 giugno a causa di un malore che ha colpito Abdelwahab, non presente in aula.

Si tratta del secondo episodio di malessere che colpisce il giovane accusato dell'omicidio di Abdallah. Nei mesi scorsi Tito si era infatti sentito male durante un interrogatorio in procura davanti alla pm Daniela Pischetola.

Il giovane Mahmoud, ricordiamo, era arrivato in Italia dall'Egitto per raccogliere soldi al fine di curare la sorellina e per coronare il suo sogno di diventare barbiere, era stato ucciso e decapitato a fine luglio. Il suo cadavere era stato recuperato in mare, nel golfo del Tigullio. 

Tito e Bob erano stati arrestati con l'accusa di omicidio e soppressione di cadavere. Il ragazzo era stato accoltellato al cuore, al fegato e allo stomaco, chiuso in una valigia e trasportato verso la foce dell'Entella, dove il suo corpo è stato martoriato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mahmoud: malore per 'Tito', processo subito rinviato

GenovaToday è in caricamento