Rapper arrestato per tentato omicidio nega tutto

Il rapper Emilio Finizio, in arte Malacarne, è stato arrestato nel carcere di Marassi dove è finito dopo l'arresto per tentato omicidio. Il fatto di sangue è avvenuto a Scandiano in Emilia

Ha negato ogni responsabilità il rapper Malacarne, all'anagrafe Emilio Finizio, arrestato a Genova alcuni giorni fa per il ferimento di un ventenne di origini albanesi in Emilia. Il giovane è accusato di tentato omicidio ed è stato fermato nel centro storico del capoluogo ligure, dove era arrivato per raggiungere la fidanzata.

Ieri Finizio ha dato la sua versione dei fatti nel corso dell'interrogatorio, durato circa un'ora, all'interno del carcere di Marassi. Il rapper ha detto di non aver tirato alcuna coltellata e di conseguenza di non aver ferito nessuno. Ha ammesso che quella notte ci fu una rissa e che era presente insieme ad alcuni amici, ma ha negato di aver compiuto atti violenti.

Per il ferimento di Aldi Shipliati, attaccante dell'Arcetana Calcio, è stato arrestato anche l'amico di Malacarne, Juri Margini, fermato a Scandiano l'8 febbraio, quattro giorni dopo il fatto di sangue. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il giovane albanese era intervenuto per aiutare un amico, coinvolto in una lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

Torna su
GenovaToday è in caricamento