menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia sull'A10, autopsia e inchiesta per capire come è morto Luca

Secondo quanto riferito dalla dirigente della sezione polizia stradale di Genova, Alessandra Bucci, Raiola è rimasto schiacciato fra il guard-rail e l'abitacolo del furgone, col quale era arrivato al cantiere

Restano ancora da chiarire le cause dell'incidente in cui è morto Luca Raiola, 42 anni, trovato privo di vita ieri mattina da alcuni colleghi sull'autostrada A10 nei pressi di Varazze. Secondo quanto riferito dalla dirigente della sezione polizia stradale di Genova, Alessandra Bucci, Raiola è rimasto schiacciato fra il guard-rail e l'abitacolo del furgone, col quale era arrivato al cantiere.

La procura di Savona ha aperto un fascicolo e disposto l'autopsia. Solo dopo il via libera del magistrato sarà possibile fissare la data dei funerali. Alla triste notizia, i genitori settantenni di Raiola, residenti a Loano, hanno accusato un malore. Enorme dolore anche per la compagna, con cui Raiola abitava a San Desiderio.

L'operaio era uscito da solo alle 5 del mattino per verificare la segnaletica, presente sul cantiere. Forse un guasto meccanico, come il freno a mano del furgone che cede, all'origine della tragedia. La portiera del mezzo è stata trovata aperta, segno forse di un tentativo di Raiola di bloccare la corsa del mezzo.

L'indagine della procura servirà ad accertare eventuali responsabilità da parte della ditta per cui l'operaio lavorava.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento