menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Milena Sutter, semilibertà per Lorenzo Bozano

Il "biondino della spider rossa' venne arrestato il giorno stesso del ritrovamento del corpo di Milena nel maggio 1971

Il tribunale di sorveglianza di Firenze ha accordato la semilibertà a Lorenzo Bozano, il "biondino della spider rossa", oggi 74enne, che sta scontando l'ergastolo nel carcere di Porto Azzurro (Livorno) per la morte della 13enne Milena Sutter, figlia di un industriale svizzero, rapita il 6 maggio 1971 a Genova e il cui cadavere fu ritrovato in mare da due pescatori 14 giorni dopo.

A dare notizia della decisione del tribunale di sorveglianza è stato ieri sera il legale di Bozano, Francesco Del Pasqua, che ha spiegato che il suo assistito trascorrerà le ore fuori dal carcere seguendo un programma di volontariato con una cooperativa sociale di Portoferraio, all'isola d'Elba, che si occupa di progetti di reinserimento sociale per detenuti.

Il "biondino della spider rossa' venne arrestato il giorno stesso del ritrovamento del corpo di Milena. In primo grado, nel 1973, venne assolto. La condanna all'ergastolo arrivò al termine del processo d'Appello, nel 1975. Divenne definitiva l'anno dopo con la sentenza della Cassazione. Ma nel frattempo Bozano era fuggito. Venne arrestato nel 1979 in Francia, dove viveva sotto falso nome.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento