menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Basta mostri", la protesta contro la mostra del cinema in piazza Banchi

Sabato 8 giugno 2019 alcuni abitanti del centro storico scenderanno in piazza, a partire dalle ore 12

Sabato 8 giugno 2019 alcuni abitanti del centro storico scenderanno in piazza, a partire dalle ore 12, per protestare contro la mostra Cinepassioni che, da oltre 2 anni, si trova all'interno dell'antica Loggia della Mercanzia, in piazza Banchi. Il presidio è stato organizzato dalle associazioni "Che l'inse" e "Riprendiamoci Genova".

«Dal 13 aprile 2017 una mostra privata occupa l'antica Loggia dei Banchi, con installazioni, audio e cartelloni che ne mortificano il valore storico e culturale - hanno scritto in un comunicato -. La mostra doveva finire dopo 3 mesi invece è stata prorogata di volta in volta fino al gennaio 2020, col rischio di diventare permanente, privando Genova di uno spazio pubblico e degradandone la funzione sociale e culturale. Le cittadine e i cittadini del Centro Storico, le genovesi e i genovesi degli altri quartieri chiedono perciò che lo spazio della Loggia dei Banchi torni al più presto ad essere patrimonio della collettività e che nel frattempo intervenga la Sovrintendenza per rimuovere le installazioni lesive del patrimonio artistico. Non si può tollerare una fruizione privata e continuata dei beni pubblici, né la mancanza di valorizzazione del patrimonio storico e architettonico. Gli esempi, dal Mercato del Pesce alla Casa del Soldato, non mancano, e l'indifferenza diventa colpevole. Sullo sfondo c'è il fatto che il fenomeno del turismo a Genova è solo agli inizi, e che dobbiamo far sentire subito la nostra voce contro la svendita della città. La "mostra mostruosa" di Piazza Banchi è l'esempio di quello che sarà Genova se accetteremo passivamente la sua occupazione a fini turistici. Un luogo degradato e entropizzato, senza socialità. Per questo il Centro Storico resiste. Per questo è necessario scendere in piazza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento