menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scappa dal supermercato con il limoncello nei pantaloni e aggredisce un carabiniere: arrestato

Il ladro ha minacciato i presenti con alcune bottiglie di birra e, con un accendino, ha tentato di dare fuoco a delle bombole di aria compressa. Non contento, ha aggredito un carabiniere intervenuto sul posto

È entrato ieri pomeriggio nel supermercato Basko di via Cavallotti in compagnia di un amico. Mentre il complice lo copriva, lui, un marocchino di 27 anni, ha preso dagli scaffali una bottiglia di limoncino e se l’è infilata nei pantaloni.

Tutto bene fino alle casse, dove i due hanno pagato solo due bottiglie di birra: subito dopo, però, si sono ritrovati il responsabile del punto vendita e l’addetto alla sicurezza di fronte all'uscita. I due, invitati a restituire la bottiglia rubata, hanno iniziato a urlare e spintonare. Fortunatamente sul posto era presente un carabiniere libero dal servizio che senza indugiare si è qualificato e ha intimato ai due di calmarsi e recarsi nell’ufficio del direttore, ricevendo in cambio un morso e diversi colpi in tutto il corpo.

Il ladro, non contento, ha minacciato i presenti con le bottiglie di birra e, con un accendino, ha tentato di dare fuoco a delle bombole di aria compressa. A questo punto nel supermercato è scoppiato il caos, che ha favorito la fuga del complice.

La Polizia, intervenuta poco dopo, ha bloccato il ladro e lo ha fatto salire sulla volante. L'uomo è stato arrestato per rapina impropria in concorso e denunciato per resistenza, minacce, lesioni.

Il carabiniere, medicato all’ospedale, ha riportato ferite guaribili in 10 giorni per diverse contusioni e una ferita alla gamba

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento