rotate-mobile
Cronaca

Incidenti mortali sul lavoro in aumento in Liguria

Sono 37 le persone morte sul lavoro nei primi cinque mesi del 2018 in Liguria. Il dato emerge dalla relazione annuale dell'Inail

Il presidente dell'Inail, Massimo De Felice, ha illustrato oggi a Roma, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, la Relazione annuale sui dati relativi all'andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in Italia nel 2017, sul bilancio dell'Istituto e sui risultati più rilevanti conseguiti sul fronte degli investimenti, della ricerca e delle politiche in materia di prevenzione, cura e riabilitazione.

Nei primi cinque mesi del 2018 le morti sul lavoro denunciate sono state 389, 14 in più rispetto all'anno precedente, 37 solo in Liguria contro le 22 dello scorso anno. L'ultima tragedia sul lavoro è avvenuta alla Fincantieri di Sestri Ponente il 13 giugno scorso.

Nel complesso, nei primi cinque mesi del 2018 si è registrato un aumento di 28 casi mortali (da 320 a 348) nella gestione Industria e servizi, mentre in Agricoltura i decessi denunciati sono stati otto in meno (da 43 a 35) e nel Conto Stato sei in meno (da 12 a 6).

L'analisi territoriale evidenzia un incremento di 19 casi mortali nel Nord-Ovest, di 18 casi nel Nord-Est e di uno al Centro. Diminuzioni si riscontrano, invece, al Sud (-15 decessi) e nelle Isole (-9). A livello regionale spiccano i 12 casi in più in Lombardia (da 49 a 61) e Veneto (da 36 a 48) e i 10 in più in Piemonte (da 29 a 39). Cali significativi si registrano, invece, in Abruzzo (da 25 a 6), teatro nel gennaio 2017 delle tragedie di Rigopiano e Campo Felice, in Puglia (da 24 a 11) e in Sicilia (da 30 a 18).

L'incremento rilevato nel confronto tra i primi cinque mesi del 2017 e del 2018 è legato sia alla componente maschile, i cui casi mortali sono aumentati di 10 unità (da 334 a 344), che a quella femminile, con quattro casi in più (da 41 a 45 decessi). L'incremento ha interessato solo le denunce dei lavoratori stranieri (da 50 a 65 casi), mentre quelle dei lavoratori italiani, le più numerose, sono scese di una sola unità (da 325 a 324).

Dall'analisi per classi d'età emerge come una morte su due abbia coinvolto lavoratori di età compresa tra i 50 e i 64 anni, per i quali si registra un incremento tra i due periodi di 30 casi (da 167 a 197). In diminuzione, invece, le denunce che riguardano i lavoratori tra i 35 e i 49 anni (da 121 a 105). Sostanzialmente stabili le denunce degli under 34 (da 57 a 59) e degli over 65 (da 28 a 30).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti mortali sul lavoro in aumento in Liguria

GenovaToday è in caricamento