Autostrade, Mulè: «Liguria bloccata da mesi, danni per un miliardo di euro»

Dichiarazioni dell'onorevole Giorgio Mulè

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

“La Liguria è bloccata da mesi e il caos autostrade sta generando danni per circa 1 miliardo di euro, 2 milioni di euro per ogni ora di ritardo con oltre 30mila camion bloccati al giorno. Un disastro economico di breve e lungo periodo con ripercussioni gravissime per tutto l'indotto generato anche dal porto di Genova. I cantieri autostradali devono poter essere completati entro luglio se non si vuole assistere alla paralisi dell'economia del Nord-Ovest italiana. Ha ragione l'Ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, quando sottolinea che qualcosa in Liguria non funziona, "bene il ponte ma ora è tutto bloccato". Il braccio di ferro del governo con Aspi non sta di certo aiutando la regione a ripartire come merita e come è giusto che sia: la stagione estiva è già iniziata, le ispezioni nelle gallerie avrebbero dovuto concludersi il 10 luglio e sono tuttora in corso, le autostrade A7 e A10 non sono state ancora riaperte”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulé.

Torna su
GenovaToday è in caricamento