menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azzardo, ogni ligure gioca quasi 1.800 euro all'anno

Secondo i dati dei Monopoli di Stato nella nostra regione nel 2015 sono stati spesi un miliardo e 800mila euro tra gratta e vinci, scommesse e slot machine

La Liguria si conferma una delle Regioni con la spesa più alta per ogni abitante maggiorenne nel gioco d'azzardo secondo i dati forniti dai Monopoli di Stato che stimano una spesa di quasi 1.800 euro pro capite (1.780 per la precisione) all'anno nel 2015; un dato in crescita rispetto all'anno precedente con un totale di poco più di un miliardo e 800mila euro spesi tra gratta e vinci, scommesse e slot machine, dato che salirebbe fino ai 2 miliardi e mezzo considerando anche il gioco online. Complessivamente in Italia, nel 2015, sono invece 88 i miliardi di euro raccolti in Italia nel 2015, 14 dei quali solo in Lombardia, la "capitale" del gioco italiana.

Un dato sicuramente preoccupante che potrebbe però migliorare a partire dal 2 maggio 2017 quando scadranno il 90% delle licenze e a Genova, 5 anni dopo l'entrata in vigore della legge regionale, entrerà in vigore il nuovo regolamento comunale, che consentirà di modificare radicalmente la presenza delle sale da gioco in città e ridurre in maniera drastica il numero di slot machine all'interno di bar e e tabaccherie genovesi, inserendo vincoli di distanza da luoghi sensibili come chiese, scuole, case di riposo, stabilimenti balneari e impianti sportivi.

A tal proposito ricordiamo anche la campagna "Non Azzardatevi" del Comune di Genova contro il gioco d'azzardo e la proliferazione di slot machine e videolottery nei bar e nelle tabaccherie che ha portato alla realizzazione, in collaborazione dell'agenzia creativa Yuri Magazine di una mappa interattiva che ha censito tutti i locali di Genova che hanno rinunciato a proporre il gioco d'azzardo all'interno dei propri locali. Una mappatura possibile grazie alla collaborazione di quasi 60 esercenti che hanno aderito al censimento (rigorosamente su base volontaria) e destinata a crescere: attraverso il  sito del Comune di Genova, chiunque lo desideri può aderire all'iniziativa inserendo i propri dati ed entrare a far parte dei pubblici esercizi "virtuosi" che hanno detto no al gioco d'azzardo e che campeggiano sulla mappa interattiva disponibile online. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Begato, è iniziata la demolizione della diga

  • Coronavirus

    Chiavari, aperto il nuovo hub da 1.600 vaccini al giorno

  • Coronavirus

    Coronavirus, 202 nuovi casi e altri sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
GenovaToday è in caricamento