Cronaca

Rubate in una chiesa di Napoli nel 1991, recuperate a Genova due antiche lesene di marmo

Si tratta di due antichi manufatti sottratti dall’altare maggiore della chiesa Santa Maria delle Grazie a Caponapoli: stavano per essere battute all'asta da una nota casa del capoluogo ligure

Rubate dall’altare maggiore della chiesa Santa Maria delle Grazie a Caponapoli, a Napoli, due lesene di marmo del Settecento sono state individuate nel catalogo di una casa d’aste genovese, che stava per batterle su incarico di un antiquario di Roma.

A rintracciare i preziosi manufatti rubati sono stati i carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Napoli che, coordinati dalla Procura di Genova, hanno anche identificato l’antiquario.

Le opere son state riconsegnate martedì mattina a Napoli dal comandante del Nucleo, il maggiore Giampaolo Brasili, nelle mani del direttore dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Napoli, Adolfo Russo.

Fondamentale, per l’individuazione, è stata la comparazione delle immagini delle lesene con quelle memorizzate nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, il più grande database di opere d’arte rubate al mondo, gestito dal Comando del Nucleo TPC.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubate in una chiesa di Napoli nel 1991, recuperate a Genova due antiche lesene di marmo

GenovaToday è in caricamento