rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Fondi Lega, la Corte d'Appello conferma condanna e confisca

Condannati l'ex leader Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito. I giudici hanno sposato la tesi di primo grado e confermato anche la confisca dei 49 milioni

La corte d'appello di Genova ha condannato a un anno e 10 mesi Umberto Bossi e a 3 anni e nove mesi Francesco Belsito, rispettivamente ex leader ed ex tesoriere della Lega, nel processo sulla maxi truffa ai danni dello Stato, confermando anche la confisca dei 49 milioni di euro.

Per i giudici del secondo grado, i fondi pubblici sarebbero stati illecitamente ricevuti e spesi per questioni private, e la confisca va confermata: la Lega continuerà dunque a pagare 100mila euro ogni due mesi (600mila l'anno) sino a quando la somma non sarà tornata nelle casse dello Stato. Diminuite invece le pene in ragione della prescrizione. 

I giudici hanno inoltre condannato anche gli ex revisori contabili Diego Sanavio e Antonio Turci a 8 mesi Stefano Aldovisi a 4, riformulando per loro l'accusa: da truffa a indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi Lega, la Corte d'Appello conferma condanna e confisca

GenovaToday è in caricamento