menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori sulla linea ferroviaria, possibili rumori molesti a Castelletto

L'intervento sarà contenuto nei due mesi estivi per limitarne la durata e i conseguenti disagi all'utenza. L'attività continuativa nelle 24 ore è resa necessaria anche da esigenze tecniche di sicurezza del cantiere

Ieri pomeriggio il vicesindaco e assessore all'Urbanistica del Comune di Genova Stefano Bernini, e l'assessore all'Ambiente, Italo Porcile, insieme ai dirigenti di Rfi, Italferr e del Consorzio Cmb, hanno incontrato a Palazzo Tursi gli amministratori di alcuni condomini situati nella zona più direttamente interessata ai lavori che saranno eseguiti nei mesi di luglio e agosto (4 luglio/6 settembre) per la realizzazione del nuovo nodo ferroviario.

Il territorio riguarda una porzione del quartiere di Castelletto (alta via Palestro e dintorni).

L'incontro rientra in un programma di informazione alla cittadinanza. L'amministrazione comunale ha infatti chiesto a Rete Ferroviaria RFI di garantire un aggiornamento periodico ai residenti delle vie dove potrebbero determinarsi rumori, monitorando l'ampiezza dell'area interessata e assicurando un'adeguata informazione al suo interno.

L'allargamento di un tunnel ferroviario sottostante a quello già in esercizio è indispensabile per la realizzazione in tempi brevi del nuovo nodo ferroviario che consentirà un più intenso uso urbano e metropolitano del treno.

L'intervento sarà contenuto nei due mesi estivi per limitarne la durata e i conseguenti disagi all'utenza. L'attività continuativa nelle 24 ore è resa necessaria anche da esigenze tecniche di sicurezza del cantiere.

I lavori provocheranno una revisione delle frequenze e dell'orario ferroviario limitatamente ai mesi di luglio e agosto, in particolare sulla tratta compresa tra Brignole e Sampierdarena dove verranno attestati alcuni convogli.

Trenitalia ha annunciato per oggi un incontro con le associazioni dei pendolari e dei consumatori per illustrare i provvedimenti.

L'assessore alla Mobilità Anna Maria Dagnino ha chiesto alla Regione Liguria, competente in materia di trasporto pubblico locale e titolare del contratto di servizio con Trenitalia, e allo stesso gestore del servizio ferroviario di verificare ed escludere, sia preventivamente sia in corso d'opera, ripercussioni negative sul traffico pendolare, pur ridotto nei mesi estivi.

Nel caso si dovessero manifestare esigenze di integrazione, si renderà necessaria l'istituzione di servizi aggiuntivi da parte di Trenitalia per evitare che i carichi passeggeri gravino unicamente sulla rete Amt.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento