menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavagna: scommesse senza licenza, apparecchiature sequestrate

Raccoglievano scommesse su eventi sportivi da un operatore straniero privo di concessione, attraverso un mediatore italiano sprovvisto di licenza. Le apparecchiature telematiche in uso a un centro elaborazione dati di Lavagna sono finite sotto sequestro

Chiavari - Raccoglievano scommesse su eventi sportivi da un operatore straniero privo di concessione, che si avvaleva di un mediatore italiano sprovvisto delle necessaria licenza di polizia. Per questo motivo le apparecchiature telematiche in uso a un centro elaborazione dati del Tigullio sono state sequestrate dagli agenti del commissariato di Chiavari.

I militari sono impegnati da mercoledì 5 dicembre 2012 in una serie di controlli ai punti vendita di una delle catene di esercizi di raccolta scommesse che opera nel comprensorio del Tigullio orientale. Considerato che uno dei punti vendita interessati dai controlli investiva anche aspetti strettamente connessi ad autorizzazioni competenti al Comune (Lavagna), a questa attività ha attivamente partecipato il comando di polizia municipale.


La magistratura competente ha convalidato il sequestro di tutto il materiale. Il reato ipotizzato consiste nella raccolta abusiva di scommesse esercitata da operatore straniero privo di concessione, attraverso esercente italiano sprovvisto di licenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento