menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragico epilogo nelle ricerche di Mauro Costaguta, il pescatore disperso

Mauro Costaguta, 73 anni, lavagnese, è stato trovato tra gli scogli a ridosso della colmata di Chiavari. Risultava disperso da diverse ore, dopo che si era recato a pescare alla foce dell'Entella

Le incessanti ricerche in mare hanno consentito oggi, intorno alle ore 11, di ritrovare il corpo senza vita di Mauro Costaguta, il pescatore settantrenne di Lavagna, scomparso nella notte tra il 23 e il 24 scorso alla foce del fiume Entella.

Il rinvenimento di alcuni effetti personali dell'anziano sulla spiaggia nei pressi della foce del fiume, avvenuto poco dopo l'allarme dato ieri mattina intorno alle 10 dal figlio della vittima, aveva fatto temere per la sua scomparsa in mare, forse a causa della mareggiata o della corrente del corso d'acqua, ingrossatosi durante la notte a causa delle forti piogge.

Stamane il gommone A95 dell'ufficio circondariale marittimo di Santa Margherita Ligure ha avvistato, incastrato tra i massi della scogliera foranea del porto di Chiavari, un involucro molto voluminoso di indumenti, dove per tutta la giornata di ieri la forte mareggiata non ha consentito di operare. Una volta che l'elicottero della Guardia Costiera ha confermato l'avvistamento, sul posto è intervenuto il personale del nucleo subacqueo, che ha materialmente proceduto al recupero del corpo della vittima.

Sul posto hanno operato Guardia Costiera ligure, con mezzi navali di Santa Margherita Ligure, un elicottero della base di Sarzana e il nucleo sub di Genova, vigili del fuoco e carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento