Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Via Giovanni Battista Gaulli

Larissa, la procura apre un fascicolo sulla scomparsa della baby sitter

La Procura di Genova ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando il sequestro di persona per la scomparsa di Larissa Iudina, baby-sitter ucraina di 34 anni, irrintracciabile dal 10 febbraio 2013

Genova - La Procura di Genova ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando il sequestro di persona per la scomparsa di Larissa Iudina, baby-sitter ucraina di 34 anni, irrintracciabile dal 10 febbraio 2013. Da quel giorno, dopo la denuncia fatta dalla mamma Elena, le ricerche sono affidate a Fausto Lamparelli, lo stesso che si è occupato di ritrovare Andrea Calevo, l'imprenditore spezzino rapito prima di Natale.

Quindici persone sono state ascoltate per cercare di chiarire eventuali ombre nella vita della baby sitter, ma non sarebbe emerso niente di strano. Anche il telefono cellulare della donna non può servire per rintracciarla in quanto ritrovato il giorno della sua scomparsa su una scalinata nel quartiere di San Fruttuoso da una commerciante della zona e poi consegnato agli inquirenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Larissa, la procura apre un fascicolo sulla scomparsa della baby sitter

GenovaToday è in caricamento