Cronaca Nervi / Via Molinetti di Nervi

Incidente ai laghetti di Nervi, giovane resta col volto insanguinato in acqua

Ad accorgersi dell'accaduto è stato un poliziotto libero dal servizio. Per l'amica della ragazza è scattata la sanzione in quanto si trovava completamente fuori zona senza giustificato motivo

Un poliziotto della questura di Genova, libero dal servizio, ha contribuito al salvataggio di una donna, rimasta ferita durante un'escursione. È successo intorno alle 14 di venerdì 1 maggio 2020. Mentre stava per rientrare a casa, l'agente ha sentito urlare una donna che cercava aiuto e l'ha individuata a una ventina di metri, nell'area dei laghetti di Nervi.

Vicino alla donna che urlava ce n'era un'altra riversa a terra con il viso immerso nell'acqua sporca di sangue. Il poliziotto è intervenuto subito e ha tirato su la donna per farla respirare e capire che cosa si fosse fatta. Nel frattempo ha chiesto l'intervento dei soccorsi. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco in quanto la zona è inaccessibile e l'ambulanza si deve fermare più a valle.

Le due donne stavano facendo una passeggiata ai laghetti e l'infortunata, una cittadina ucraina di 35 anni, è scivolata in uno scoglio, battendo il viso in un sasso e procurandosi lesioni. Accompagnata all'ospedale San Martino, è stata medicata.

Per l'amica, 22enne russa, invece, è scattata la sanzione in quanto si trovava completamente fuori zona senza giustificato motivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente ai laghetti di Nervi, giovane resta col volto insanguinato in acqua

GenovaToday è in caricamento