menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tonno che passione, all'ennesimo furto finisce in carcere

Era ricercato per la sostituzione del divieto di accesso e dimora a Genova con la custodia cautelare in carcere ed è stato rintracciato in quanto responsabile dell'ennesimo furto

Non avrebbe dovuto nemmeno essere a Genova, invece è stato sorpreso, ancora, a rubare. Per questo gli agenti del commissariato Centro e della polizia di Frontiera hanno arrestato, in esecuzione di ordine di carcerazione, un 34enne ecuadoriano noto alle forze di polizia per i suoi numerosi precedenti per spaccio di stupefacenti, evasione, rapina, possesso di chiavi alterate e grimaldelli e furto.

L'uomo è stato fermato, nel pomeriggio di lunedì 20 luglio, dagli agenti della Polmare, mentre cercava di uscire dalla Coop del terminal traghetti senza pagare le 20 confezioni di tonno che aveva prelevato dagli scaffali (105 euro il valore totale). Portato negli uffici di polizia, il giovane è stato denunciato per furto e per soggiorno illegale sul territorio nazionale, essendo privo di documenti.

A quel punto a carico del 34enne è emersa un'ordinanza che dispone la sostituzione del divieto di accesso e dimora a Genova con la custodia cautelare in carcere, emessa a seguito dei suoi continui reati in città. La passione per il tonno lo aveva già incastrato alcuni mesi fa quando gli stessi poliziotti del commissariato Centro lo avevano denunciato per ricettazione dopo averlo sorpreso con 60 scatolette di gusti e varietà diversi. Il 34enne è stato condotto in carcere a Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Paura a Ronco Scrivia, esplode bombola di gpl

  • Coronavirus

    Coronavirus: 235 nuovi casi su 5.050 tamponi, incidenza in calo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento