menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto nel “Laboratorio” della Maddalena, gara di solidarietà in centro storico: «Siamo con voi»

Levata di scudi per la cooperativa, che si occupa di promuovere e gestire servizi socio-educativi per bambini e ragazzi: «Non mollate»

Un “regalo” di Natale decisamente sgradito quello ricevuto dal Laboratorio della Maddalena, cooperativa sociale che si occupa di promuovere e gestire servizi socio-educativi per minori e giovani nel centro storico. Nella notte tra martedì e mercoledì i ladri hanno fatto visita alla sede della cooperativa, distruggendo una vetrata e portando via gli oggetti di valore trovati negli uffici.

«Il Laboratorio è 34 anni che ha la sua sede alla Maddalena, nonostante tutte le difficoltà noi continuiamo ad aprire vetrine (a quanto pare non siamo i soli direi) e a mostrare la nostra presenza sul territorio - si sfogano i gestori della cooperativa su Facebook - Questo post non servirà a nulla ma volevamo comunicare a tutti la nostra tristezza».

Un danno più morale che economico (sono stati portati via una macchina fotografica e il monitor di un computer), insomma, soprattutto alla luce del lavoro svolto dalla cooperativa e dall’importanza che riveste in una zona problematica come la Maddalena, dove commercianti, residenti e associazioni lottano contro criticità note ormai a tutti, dalle forze dell’ordine all’amministrazione comunale. E quanto accaduto al Laboratorio ha suscitato un’ondata di solidarietà partita proprio dal quartiere, che si è allargata come un’onda d’urto al resto della città e a chi si occupa di cultura e sociale.

Il post con cui la cooperativa ha denunciato il furto, infatti, è diventato rapidamente vitale, con centinaia di commenti e condivisioni: «Quello accaduto ieri sarà stato il gesto di qualche disperato o forse l’azione intimidatoria di qualcuno ma ora l’importante è stringersi attorno agli operatori del Laboratorio e fargli sentire tutta la nostra solidarietà - fa sapere Luca Curtaz, consigliere municipale del Centro Est e gestore dell’Associazione Ama Amici della Maddalena -  Mi aspetto che le istituzioni comunali e municipali manifestino la loro vicinanza ad un soggetto che oltre che svolgere il proprio lavoro, ha prodotto eventi e progetti per migliorare il quartiere spesso sostituendosi ai vuoti della politica».

Reazione simile da un altro consigliere del Municipio Centro Est, Alberto Cattaneo, che ha ricordato che «da quando mi trovo in Municipio, ricordo la colla nella serratura di Jalapeno a fine dicembre 2017 e il danneggiamento del ritratto di Peppino Impastato a marzo 2018. Solidarietà al Laboratorio, che insieme a tanti porta vita nel quartiere con le sue numerose attività sociali». Al coro solidale si sono aggiunti proprio i ragazzi di Jalapeno, e ancora il gruppo Agesci della Maddalena, la Comunità di San Benedetto al Porto, Libera e molte altre realtà della zona: «Vi siamo vicini - è la rassicurazione - Non mollate».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento