Irpef: Cgil, Cisl e Uil contrarie all'aumento

Cgil, Cisl e Uil esprimono la loro contrarietà alla scelta della Regione Liguria di rivedere la soglia minima del pagamento dell’addizionale Irpef scendendo da 30 mila a 27 mila euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - In questo scorcio di fine anno la crisi continua a mordere facendo pagare il suo pesante tributo a lavoratori dipendenti e pensionati.

 

Comprendiamo la difficoltà della Regione nel far quadrare il bilancio di fronte alla crescente massa di tagli dei trasferimenti dalle casse dello Stato, riteniamo però assolutamente sbagliato rimettere in discussione la soglia minima del pagamento dell’addizionale Irpef scendendo da 30 mila a 27 mila euro.

Se è vero che la maggioranza dei contribuenti continuano a beneficiare dell’esenzione non condividiamo l’idea che a pagare il risanamento siano sempre e soltanto chi le tasse le paga per davvero ovvero lavoratori dipendenti e pensionati, anche perché è difficile pensare di essere ricchi con 27 mila euro di reddito lordi.

Torna su
GenovaToday è in caricamento