menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iplom, la protesta dei bimbi contro i miasmi: «Basta veleni nei nostri polmoni»

I piccoli studenti della scuola di via Fratelli Coronata sono scesi in strada insieme con i genitori e i residenti del quartiere per manifestare contro le esalazioni provenienti dai depositi di stoccaggio carburante

«Basta veleni», e ancora «Non vogliamo stare male per questa puzza infernale»: sono solo alcuni dei cartelli che i bimbi dell’Istituto Comprensivo Borzoli di via Fratelli Coronata hanno mostrato durante il presidio organizzato questa mattina tra Borzoli e Fegino dal circolo Legambiente Nuova Ecologia per protestare contro i miasmi e l’inquinamento provenienti dal deposito di stoccaggio carburante della Iplom.

Mamme, bambini e residenti del quartiere si sono dati appuntamento questa mattina alle 9.30 davanti alla fabbrica bloccando il traffico per manifestare contro le esalazioni tossiche prodotte dai depositi e dal traffico di mezzi pesanti che rendono la zona «invivibile, è diventato un vero inferno», come ha sottolineato il presidente provinciale di Legambiente, Andrea Agostini . L’ultimo episodio risale a due giorni fa, quando l’ennesimo spostamento del carburante ha prodotto una nuova ondata di miasmi che ha reso l’aria irrespirabile e costretto l’azienda a scusarsi e a interrompere le operazioni.

Lo stop non è però sufficiente per i residenti, che sono scesi in strada armati di mascherine e cartelloni per chiedere che l’area venga sottoposta a verifiche per “Rischio di incidente rilevante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento