rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta corruzione, lunedì l'interrogatorio di Signorini davanti ai pm

Il manager, ex presidente dell'Autorità portuale ed ex amministratore delegato di Iren, è l'unico indagato a essere finito in carcere, dove si trova dal 7 maggio

È fissato per domani, lunedì 27 maggio, l'interrogatorio di Paolo Emilio Signorini, arrestato e attualmente nel carcere di Marassi nell'ambito della maxi inchiesta sulla corruzione in Liguria. È stato lo stesso Signorini a fare richiesta ai pm, tramite il suo avvocato Enrico Scopesi.

Il manager, ex presidente dell'Autorità portuale ed ex amministratore delegato di Iren, è l'unico indagato a essere finito in carcere, dove si trova dal 7 maggio, nella stessa cella di Salvatore Cannella, femminicida condannato all'ergastolo che nel 2022 uccise la moglie in Valpolcevera.   

Inchiesta corruzione: soggiorni di lusso, casinò e massaggi a Signorini per favorire le concessioni a Spinelli

Nel corso dell'interrogatorio di garanzia il 9 maggio davanti alla gip Paola Faggioni, Signorini si era avvalso della facoltà di non rispondere, con la riserva di farsi sentire dopo aver studiato le carte.

Come scritto sopra, è l'unico indagato a essere finito in carcere finora: accusato di corruzione per l'esercizio della funzione e per atti contrarti ai doveri di ufficio, per la gip è una "personalità del tutto incurante dell'interesse pubblico e dei principi di imparzialità e buon andamento della pubblica funzione svolta, 'messa a disposizione' e 'servizio' di interessi di privati al fine di ottenere in cambio utilità personali [...]. Allarmante è poi la sistematicità del meccanismo corruttivo, posto in essere in un ampio arco temporale e con due diversi imprenditori portuali, dimostrando una scarsa consapevolezza dell'importantissimo ruolo pubblicistico ricoperto".

Per questo e per il fatto che esiste un "elevato pericolo attuale e concreto di inquinamento probatorio", oltre alla possibilità che Signorini, se sottoposto a una misura meno rigida, riesca a "mettersi in contatto con altri indagati per elaborare una strategia comune", per il manager si sono aperte le porte del carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta corruzione, lunedì l'interrogatorio di Signorini davanti ai pm

GenovaToday è in caricamento